Home News Prassi installatori e manutentori cucine domestiche

Prassi installatori e manutentori cucine domestiche

4 min di lettura
0
58

Pubblicata la Prassi di riferimento UNI/PdR 62:2019 relative alle abilità, conoscenze e competenza degli operatori addetti all’installazione e manutenzione degli apparecchi di cottura domestici.

E’ stata pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 62:2019 con lo scopo di fornire una serie di strumenti applicativi in relazione alla norma UNI 11643 che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza che devono possedere coloro che operano su apparecchi a gas per la cottura domestica dei cibi, alimentata da reti di distribuzione e da depositi o bombole di GPL.

La prassi è stata redatta da esperti del Comitato Italiano Gas e di Accredia ed è rivolta agli organismi di certificazione che eseguiranno la certificazione degli operatori. Per poter essere ammessi all’esame di certificazione gli operatori dovranno dimostrare il possesso di specifici requisiti di esperienza come:

  • essere abilitati ai sensi dell’art. 1, comma 2 lettera e) del Decreto Ministeriale n. 37/08;
  • aver un’esperienza di 4 anni, alle dirette dipendenze di una impresa abilitata (art. 1, comma 2 lettera e) del Decreto Ministeriale n. 37/08, con effettivo svolgimento delle mansioni individuate nella norma UNI 11643;
  • aver un’esperienza dimostrabile di 4 anni, come titolare o alle dirette dipendenze di una impresa o centro di assistenza tecnico del settore, con effettivo svolgimento delle mansioni individuate nella norma UNI 11643.

La valutazione dei candidati prevederà il superamento di tre prove:

  • prova scritta per la valutazione delle conoscenze;
  • prova orale per approfondire il livello delle conoscenze, competenze e capacità relazionali acquisite dal candidato;
  • simulazioni di situazioni reali operative.

La certificazione degli operatori che intervengono per l’installazione e la manutenzione degli apparecchi di cottura domestica non è un obbligo normativo o legislativo, è una possibilità per le imprese del settore di distinguersi dagli operatori non certificati ed aggiungere valore al proprio operato. Per installare impianti ed apparecchi a gas le imprese devono essere abilitate dell’art. 1, comma 2 lettera e) del Decreto Ministeriale n. 37/08.

Carica altri articoli simili
Carica altri in News

Puo interessarti anche

ISCRIZIONE IMPRESE E PERSONE F-GAS

OBBLIGHI DI CERTIFICAZIONE F-GAS PERSONE FISICHE E IMPRESE L’obbligo di certificazione per…